Parole chiave

Eventi simili

Condividi

Maria Devigili

Sabato 18 aprile, ore 22 – Maria Devigili live.

La cantautrice presenterà il suo nuovo album “La Trasformazione” (2015 – Riff Records)

La trasformazione è il suo nuovo lavoro discografico, dodici tracce di personalità d’autore coprente che va a comporre una performance iniettata di ballate, folk, retaggi blues, scremature jazzly e filamenti rock, e di conseguenza una tacca di valore in più per chiunque cerca nell’underground “quotato” un motivo di bellezza da possedere tutto suo; la Devigili rimane sempre protetta dentro le sue ermetiche concettualità liriche, filosofeggia, strega, sogna, fa sognare e tesse magie al contrario, teatralità sonore che vanno avanti e che non saranno mai liquidate dal presente. L’artista trentina è una forza di suggestioni, suona la chitarra, il glockenspiel, il sinth e tanto altro, mette in campo beatitudini tutte da ascoltare come l’introspezione bluastra di “Spegnere-gettare”, l’essenzialità mid-latin “Come una formica” (con un diamond di Claudio Lolli che da voce alla poesia “Non chiederci la parola” di Montale), oppure la metafisica giostrata in “L’invisibile è quello che ci sostiene”, lo sfizio bluesy (“Il pasto migliore”), i deliri stratificati (“L’ombra” e “Verso l’alto”), tutto il resto è un ulteriore scenario di geometrie poetiche off per orecchie buongustaie.

Altre guest partecipano al disco, Francesca Bono degli Ofeliadorme e Lorenzo “Oz” Ori (sound engineer di molte band di livello), ma è lei, Maria Devigili, che ha il merito assoluto di aver creato  una sostanza cantautorale –  vera/immaginaria – che da qualsiasi parte la collochi, rimane inafferrabile, limpida e immaginifica come un’aurora boreale ai tropici. Eccellenza!

BIO
Cantautrice trentina con base a Bologna suona fin dalla più tenera età. Nel 2011 la vittoria del primo Premio Pavanello la porta a pubblicare il suo primo ep (La Semplicità) a cui segue nel 2012 il suo primo album (Motori e Introspezioni). Vincitrice del Mei SuperStage 2013 e finalista al Trofeo Roxy Bar 2014, durante la sua intensa attività live ha aperto i concerti di Massimo Zamboni, Egle Sommacal (Massimo Volume), Cristiano Godano, Umberto Maria Giardini, Ettore Giuradei. Dal vivo suona con Stefano Orzes, batterista attivo da un decennio nella scena indie rock italiana (The Crazy Crazy World of Mr Rubik, Above the tree & drum ensemble du beat).

www.mariadevigili.it

Pagina Facebook dell’artista

maria devigili trasformazione melville

devigili melville