Parole chiave

Eventi simili

Condividi

Bluesberries

Dalle 22 i BluesBerries suoneranno i loro classici blues, soul, swing, bossanova e standard jazz.
Nel repertorio della band spiccano nomi di artisti come Ray Charles, Nina Simone, Eric Clapton, Frank Sinatra e Herbie Hancock.

CC_08

Biografia:

La band nasce nell’estate del 2009 da un’idea di Fabio e Paolo, quella di formare un gruppo blues/jazz che riunisca gli stili musicali tanto cari ai due. Dopo una ricerca non priva di difficoltà si unisce alla compagnia anche Ruggero, eclettico pianista dal background classico ma votato ormai irrimediabilmente al jazz. In una saletta molto bohemian nel mezzo del centro storico di Piacenza iniziano così le prime prove di un acid trio che si cimenta nell’esecuzione di standard jazz di vario tipo. Ben presto i tre si rendono conto che l’improvvisazione fine a se stessa alla lunga può risultare tediosa (ma anche no) ed è così che si mettono alla ricerca di una cantante. Dopo un breve periodo di prove con una ragazza molto brava ma altrettanto impegnata con altre formazioni, i tre ritornano sui loro passi e si fermano per alcuni mesi, tempo che Rug passa nel North Corolina, come ricercatore universitario. Al suo ritorno la band riprende le prove e trova un bassista nuovo di fiamma, Fabrizio e alla voce una nuova cantante, Chiara, successivamente quasi per caso, Valeria.

Il gruppo ormai si sente al completo ed inizia la costruzione di un repertorio adeguato per affrontare le prime serate. Il genere non è semplice da inquadrare, diciamo piuttosto che i Bluesberries suonano quello che, in quel momento, si sentono di suonare… qualcuno lo chiama blues, altri jazz, altri semplicemente ascoltano interessati. Dopo varie vicissitudini arrivano i primi concerti, il debutto in un malfamato locale di Piacenza registra il sold-out anche grazie al passaparola via web e dà il via ad una serie di date che speriamo duri un bel po’!

20121111_BAR_PALO-2_2

Che altro dire, non vi resta che venirli a sentire live, o procurarvi il loro cd registrato fresco fresco all’Elfo Sudio… restate in ascolto quindi, c’è un po’ di blues nell’aria.