Parole chiave

Eventi simili

Condividi

Beppe Giampà

“I mattini passano chiari” poesie di Cesare Pavese tratte dal libro “Verrà la morte e avrà i tuoi occhi” musicate ed interpretate dal cantautore astigiano Beppe Giampà. Ore 22

loca giampà

I MATTINI PASSANO CHIARI

(Poesie di Cesare Pavese tratte dal libro “Verrà la morte e avrà i tuoi occhi”, musicate ed interpretate da Beppe Giampà)

Album frutto di notti passate a respirare l’odore della terra descritta da Pavese, a sentire i piccoli rumori della routine contadina, tra il concetto di vita e quello di morte, e quindi cercando di riportare tutto all’interno di un piccolo supporto. Proprio per accordarsi alle atmosfere di natura descritte da Pavese, i suoni scelti, e poi utilizzati, sono prettamente acustici: pianoforte, chitarre acustiche e semiacustiche, basso acustico e percussioni. Gli arrangiamenti sono stati studiati nel dettaglio per ogni canzone risultando così ricchi di contaminazioni sonore spazianti dal Folk al Blues fino al Jazz. Le poesie musicate e cantate nell’album sono contenute nella raccolta di poesie dal titolo “Verrà la morte e avrà i tuoi occhi” pubblicata nel 1951, un anno dopo la morte dello scrittore, e dedicate all’ultimo amore di Pavese, quello per l’attrice americana Costance Dowling. L’album è stato presentato in conferenza stampa all’ultimo salone internazionale del libro di Torino grazie al sostegno della Fondazione Cesare Pavese e suonato presso la casa Natale dello scrittore a Santo Stefano Belbo (Cn) in occasione del “Festival Letterario Cesare Pavese”.

BIOGRAFIA

Cantautore astigiano, i cui singoli sono confluiti in diverse compilation internazionali. Nel 2009 si avvale della collaborazione di Giovanni Lodigiani, compositore di musical e colonne sonore di film per il mercato americano, da cui
nasce l’album “…e il sentimento brucia” presso gli studi di Santa Monica (U.S.A.). Nel 2012 esce con un lavoro
ambizioso sulla messa in musica di alcune delle poesie di Cesare Pavese contenute nel libro “Verrà la morte e
avrà i tuoi occhi” , pubblicato postumo nel 1951 (I mattini passano chiari, Terra rossa terra nera, Verrà la morte e avrà i tuoi occhi, Anche tu sei collina, Passerò per Piazza di Spagna, The night you slept, In the morning you always come back, Tu non sai le colline, Tu sei come una terra, To C. from C,). Il disco si intitola “I mattini passano chiari” e viene interpretato nei concerti in versione acustica, già presentato in tour sui palchi di Austria e Germania. Recentemente presentato in conferenza stampa al Salone Internazionale di Torino 2013. Il lavoro discografico è diventato recentemente uno spettacolo teatrale a cura del regista Alessio Bertoli.