Parole chiave

Eventi simili

Condividi

(Orzo)Rock d’Autore

Venerdì 20 ottobre 2017, dalle 21,30 – Serata (Orzo)Rock d’Autore.

Il quarto Festival del Rock d’Autore parte con il consolidamento di una collaborazione, quella fra Officine Gutenberg e Orzorock. Ci eravamo lasciati con la presentazione del libro “Orzorock XX – Venti edizioni di musica in Trebbia” ed ora, venerdì 20 ottobre, il featuring si rinnova con la prima serata del nostro festival.

Una serata che unirà realtà musicali diverse che però hanno un unico comune denominatore: essere legati in qualche modo al mondo Orzorock.
L’apertura sarà ad opera dei Fattore Rurale, gruppo che gioca in “casa” e che torna al Melville con il suo rock che viaggia dal folk al blues che nell’immaginario viaggia Oltreoceano ma che poi rimane fortemente legato alla campagna fra il Po e il Trebbia.

Come ogni anno, grazie al supporto di Coopselios, Abi-Coop Piacenza e Coop Eridana, tutti gli eventi sono ad ingresso gratuito.

Poi lo stacco con due mini-live e ri-presentazione di Orzorock XX – Venti edizioni di musica in Trebbia. Due piccoli stage in cui troveremo i Misfatto, band capitanata da Gabriele Gabì Finotti che da oltre 25 anni porta avanti un’idea e una identità ben chiara di rock all’italiana e che ormai ha il nuovo disco in rampa di lancio dal titolo “L’uomo dalle 12 dita”, e An Harbor. Il rocker piacentino entra per la prima volta nella scaletta del Festival del Rock d’Autore con la sua voce e la sua chitarra, “attrezzi” che lo hanno reso conosciuto in tutta Italia, con un mini-live che si aggancerà al libro sui venti anni del festival in riva al Trebbia di Gragnano proprio attraverso la sua intervista sulle sue partecipazioni ad Orzorock davanti e sopra a quel palco.

La chiusura della serata viene dalla zona di Acqui Terme, loro sono i La Malora. Per loro un rock intimo, che ha già toccato il palco di San Nicolò tramite l’esperienza di Stanza 249 insieme ai Cieli Neri Sopra Torino e Chicco De March, con testi in italiano. La loro presenza a Piacenza e nella scuderia Orzorock è il frutto del lungo lavoro dell’etichetta piacentina oltre i confini della nostra provincia.