DELATES + LOTS

Venerdì 4 novembre, ore 22.00 – Due mondi musicali che su uniscono, Delates e Lots, rispettivamente due facce diverse del rock targato Piacenza: Orzorock e Dancetool Studio. Due realtà affermate ormai già da anni che hanno partorito negli ultimi periodi queste due nuove realtà musicali simili ma differenti. Le somiglianze sono nella giovane età dei componenti e nella stessa voglia di fare musica. Le differenze sono nell’interpretazione di essa, da un lato i Delates dal più marcato istinto rock e dall’altro lato le sonorità più morbide e rivolte al pop dei...

Big Juan

Venerdì 11 novembre, ore 22 – Big Juan & the Satellites in concerto. Il più vecchio è Bob Dylan, il più giovane Bryan Adams. In mezzo ci scorre tutta la linfa del rock Americano, da Bruce Springsteen ai Creedence, da Jackson Browne a Tom Petty. Questi 5 ragazzi degli anni ’70 ci portano sulle strade dell’America essenziale, nei modi e negli accordi. Una serata di semplice rock and roll, da ascoltare con gli occhi lucidi o da ballare tra una birra e l’altra....

Claudio Arzani

Giovedì 17  novembre, ore 21 – Presentazione del libro “Il soffio del vento. Da Caorso a Chernobyl” di Claudio Arzani. Trent’anni dopo il disastro, l’inquinamento radioattivo continua ad essere ben presente. Nella terra, negli orti, nei boschi e nelle foreste coinvolgendo pesantemente il ciclo alimentare. Sono ancora tanti i ‘bambini di Chernobyl’ che hanno bisogno di assistenza. Continua attualissimo il problema delle scorie radioattive che nessuno sa come e dove smaltire per una conservazione dalla durata secolare. ‘Il soffio del vento’ raccoglie racconti, poesie, testimonianze, immagini della tragedia che nonostante il tempo trascorso ancora continua.  Libro forte e delicato allo stesso momento,”Il soffio del vento. Da Caorso a Chernobyl”, sarà incorniciato dalle letture di alcuni brani, tratti dal Libro “Preghiera per Chernobyl” del Premio Nobel per la Letteratura 2015, Svetlana...

Zanolini + Libè

Venerdì 18 novembre, ore 22 – Doppio artista per il terzo venerdì del mese. Sul nostro palco arrivano Alessandro Zanolini e Giuseppe Libè. Due percorsi cantautoriali simili, anche se con inflessioni più pop per Zanolini, che si ritrovano nello stile chitarra e voce. Alessandro Zanolini Contatti: Nato a Piacenza il 17 gennaio 1986 Residente in Strada Regina 43, Fraz. Quarto, 29122, Piacenza (PC) Telefono 333/64.30.530 Mail alessandrozanolini@yahoo.it 2011: apertura acustica ai Verdena al Fillmore di Cortemaggiore; 2011 e 2013: finalista del Premio Fabrizio De André per la Canzone d’autore 2013: finalista di “Genova Per Voi”, talent per autori di canzoni patrocinato da Universal Music e SIAE   Giuseppe Libè La sua biografia da www.rockit.it Sono nato nella provincia di Piacenza il 7 agosto 1983. La passione per la musica è nata vedendo mio nonno suonare nella banda del paese; all’età di otto anni entro anch’io nella banda ed inizio a studiare il clarinetto. In quel periodo nel mio walkman non mancano mai i Beatles e i cantanti italiani. Da adolescente scoppia l’amore per la chitarra e la musica rock, così inizio a prendere lezioni e formo le mie prime band: i Frisoni e i Libido, che mi vedono anche nelle vesti di cantante. Il desiderio di scrivere brani miei emerge subito; le mie prime composizioni sono canzoni piene di rabbia e voglia di riscatto, canzoni di un provinciale. Con gli anni dell’università i miei gusti si spostano in maniera preponderante verso il mondo dei cantautori; nel mio immaginario una canzone ha senso di esistere solo se è in grado gridare un messaggio, raccontare una storia o descrivere uno stato d’animo . Dopo varie esperienze musicali, tra le quali un tributo ai Pearl Jam (www.myspace.com/musicrvm), mi prendo un periodo di pausa dai concerti; nascono in...

Fattore Rurale

Venerdì 25 novembre, ore 22 – Li abbiamo inseguiti per tanto tempo. Una data che proprio non riuscivamo mai a fissare ma alla fine ce l’abbiamo fatta: i Fattore Rurale sul palco del Melville. Li volevamo a tutti i costi perché la loro sala prove è a pochi metri dalla porta del nostro locale, perché suonano un sano rock-folk-blues che sa tanto della nostra provincia e soprattutto perché per una volta non li avremo fissi al bancone tutta la sera ma davanti ad un...

Paradiso

Venerdì 2 dicembre, ore 21 – Presentazione di “Tutti i Santi del Paradiso Piacentino (La Divina Commedia arriva anche in riva al Po)” a cura di Gabriele Dadati e Giovanni Battista Menzani (ed. Officine Gutenberg 2016). San Torini è nato da qualche parte in Grecia, e proprio non se ne sta staccare: fa soffiare il grecale sulla città di Piacenza e comparire greche in antichi affreschi. Per non parlare di tutto quello yogurt sugli scaffali dei supermercati… C’è poi San Guinaccio, protettore dei norcini della città e di tutti coloro che si occupano di salumi. Che sono meglio di quelli di Parma, fidatevi. C’è una santa invocata e venerata in tutta Italia, Santa Pazienza, di cui solo grazie a questo libro si scoprono le origini. E forse avrà pure qualche parentela con Beata Rassegnazione e Beata Sopportazione. Ci sono poi San Tino, inventore dei santini, San Fureseo protettore degli invisibili, Santa Polenta, Sant’Orsola che presiede ai pesci d’acqua dolce e agli agricoltori… e via via, in rassegna, i santi dei tempi moderni: Santi Belindo e Gimmi, detti Spic e Span, protettori degli amanti dell’ordine e degli incompresi, Veronica Sposini martire, che dall’alto guarda con benevolenza i wedding planner, San Jacques Le Stracc, patrono dei pendolari piacentini, Sant’Assunta, che coi lavoratori precari ha confidenza. Loro, e decine di altri. Perché non esiste quartiere del Paradiso che sia così affollato e amichevole come quello dedicato ai piacentini....

Razdore 2

Domenica 4 dicembre, ore 21 – Presentazione di “Le ricette delle razdore piacentine 2” di Chiara Ferrari, con fotografie di Elisabetta Sfarra (ed. Officine Gutenberg 2016). Dopo il clamoroso successo del precedente volume, tornano le razdore piacentine a proporre nuove prelibatezze, farcite dai racconti commoventi delle loro vite. Chiara Ferrari, le ha scovate negli angoli più remoti della provincia piacentina, spingendosi fino ai confini col territorio genovese, lombardo, parmense. E il menu è sempre più ricco. “Ho sgürä di tagam, pulì dla vardüra, plä dal galleini. Ho fatt anca propri la cögla, par modu ad dì. Adess i fann tütt di piatt divers, so gnan m’is ciaman. Me sum böna da fä gli anvein, i turtei, i pisarei, i panzerotti, i nidi di rondine, le crespelle, chi rob lè”. Vincenza Murelli www.edizioniofficinegutenberg.it Hanno fatto impazzire i lettori piacentini e non solo. Per tutto il 2016 sono state in tour tra biblioteche, enoteche e centri culturali, riscuotendo un successo clamoroso. Hanno persino fatto un calendario, anche questo andato a ruba. Sono loro, le razdore piacentine. E sono tornate! Nuove razodre, nuove incredibili ricette, tenute insieme da racconti emozionanti. Chiara Ferrari, le ha scovate negli angoli più remoti della provincia piacentina, spingendosi fino ai confini col territorio genovese, lombardo e parmense. Nessuna razodra può sfuggire al suo infallibile radar. Le ha messe sotto pressione affinchè svelassero i loro segreti culinari, spesso custoditi gelosamente da generazioni. E soprattutto, si è fatta raccontare le loro vite. Ne sono usciti ventiquattro ritratti di donne indimenticabili, per le quali la cucina è, da sempre, passione che anima la vita. Ma anche ricerca di perfezione, voglia di sperimentare e piacere di stare insieme. Chiara e le sue razdore vi commuoveranno, vi divertiranno, vi trasporteranno indietro nel tempo in un turbinio di...

Joe Croci & The Strikes...

Venerdì 9 dicembre, ore 22 – Joe Croci & The Strikes. Torna sul nostro palco, ma stavolta con il suo nuovo trio dal nome The Strikes, un amico del Melville: Joe Croci. Joe, fra suoi pezzi e alcune cover, torna a trovarci dopo alcuni mesi, quelli che lo hanno fatto diventare la novità piacentina, e non solo,...

Kill Kenny Rock Show

Venerdì 16 dicembre, ore 22 – Il Kill Kenny Rock Show ci riporta nei mitici anni ’90. I ragazzi sono specialisti nelle grandi cover rock, che ci hanno preparato uno spettacolo dedicato ai successi rock fra il 1990 e il 2000. Una serata tutta rock’n’roll di fine...

Francesca Salotti

Sabato 17 dicembre, ore 17 – Presentazione di “Se tu mi salverai” di Francesca Salotti. Dialogano con l’autrice Cristina Spelta e Miriam Stefanoni, del gruppo teatrale “Le Stagnotte“. Nina ha solo sedici anni quando le viene diagnosticata la sclerosi multipla. Vicino a lei ci sono sua madre Caterina, il fratello Michele, al quale è molto legata, il suo ragazzo Simone e le sue amiche del cuore, Anna, amica d’infanzia da sempre in competizione con lei e Azzurra, compagna del liceo che nutre per lei un’attrazione. Sullo sfondo della vicenda, i genitori delle amiche, con le loro passioni e i loro segreti. Nina farà uso della sua Fantasia, da sempre la sua arma vincente, anche per affrontare la prova più drammatica della sua...

Download mp3